Il Ghirlo, Associazione guide turistiche di Crema, organizza visite guidate, itinerari in luoghi d'arte, turismo, cultura in tutto il territorio Cremasco, Cremonese e Lodigiano (Soncino, Castelleone, Soresina, Pizzighettone, Cremona, Palazzo Pignano, Pandino, Rivolta d'Adda, Casalmaggiore, Castelponzone, Lodi, Lodivecchio, Abbadia Cerreto, Orio Litta)
Guida turistica il Ghirlo - www.ilghirlo.it

* Home page * Chi siamo * Eventi * Proposte * Itinerari * Didattica * Contatti * OspitalitÓ * Links
*
 
Il Cremasco
Casalmaggiore
Speciale Parmigianino
Castelponzone
Il Lodigiano
Percorsi speciali
Liutai e musicisti
I segni della musica a Crema
Bassa Parmense
Cattedrali di Pianura
Barocchetto cremonese
Itinerari naturalistici

 

*

Associazione guide turistiche Il Ghirlo

Per contattare Il Ghirlo e le nostre guide turistiche per effettuare visite guidate nel territorio Cremasco, Cremonese e Lodigiano (Soncino, Castelleone, Soresina, Pizzighettone, Cremona, Palazzo Pignano, Pandino, Rivolta d'Adda, Casalmaggiore, Castelponzone, Lodi, Lodivecchio, Abbadia Cerreto, Orio Litta) contattaci telefonicamente o al nostro indirizzo di posta.
telefono
Tel: 333/7376750
e-mail
I segni e i protagonisti della Musica a Crema

Il Ghirlo -arte,cultura,turismo
L’itinerario si apre presso il santuario di Santa Maria delle Grazie (sec. XVII), nel quale Gian Giacomo Barbelli (tra il 1639 -1943) ha affrescato numerosi angeli intenti a suonare diversi strumenti musicali.


Il Ghirlo -arte,cultura,turismo


Il percorso si snoda poi per il centro della città alla ricerca di tracce e documenti storici pertinenti i maggiori musicisti cremaschi (Francesco Cavalli, Stefano Pavesi, Vincenzo Petrali, Giovanni Bottesini). Nella chiesa di San Antonio la tela ottocentesca di Antonio Majer mostra Santa Cecilia patrona dei musicisti, mentre in piazza Trento e Trieste si ammira il teatro San Domenico, ora sede anche del Civico Istituto Musicale Luigi Folcioni. Ospitato all'interno dell'ex chiesa dei domenicani (1463 -1471), conserva pregevoli affreschi sia nell’aula che nell’antico refettorio (ora adibito a foyer) e suggestivi chiostri rinascimentali.


Percorrendo via Matteotti si incontra la chiesa di San Giovanni Decollato, affrescata da Gian Giacomo Barbelli nel 1636 con  scene dedicate alla vita del Battista e dove nel Banchetto di Erode troviamo alcuni suonatori di strumenti ad arco.


Il Ghirlo -arte,cultura,turismo


Sulla facciata del Palazzo Comunale uno stemma ricorda invece Federico Cavalli, podestà e capitano durante la dominazione veneziana, ma soprattutto mecenate e protettore del celebre compositore Francesco Caletti Bruni (1602-1676), in arte Francesco Cavalli, allievo di Monteverdi a Venezia e chiamato a Parigi dal cardinal Mazzarino.
Sotto il vicino voltone del Palazzo Pretorio si trovano i monumenti celebrativi di due compositori e musicisti: Giuseppe Benzi (1820-1857), organista e maestro di cappella della cattedrale di Crema, e Stefano Pavesi (1779-1850), maestro di cappella a Crema e direttore del Teatro di corte di Vienna.


Il Ghirlo -arte,cultura,turismo


Non potrà mancare una sosta alla chiesa di San Bernardino degli Osservanti, ora Auditorium Bruno Manenti, costruita a partire dall'inizio del XVI secolo, e considerata la pinacoteca dell'arte cremasca, poichè vi hanno lavorato tutti i maggiori artisti del territorio: Civerchio, Pombioli, Barbelli, Lucini, Brunelli, Manini.


In via Civerchi, si possono ammirare invece gli esterni della casa natale del direttore d’orchestra, compositore e contrabbassista Giovanni Bottesini (1821-1889) e della casa in cui nacque Vincenzo Petrali (1830-1889) celebre organista e compositore.


Presso il Museo Civico di Crema e del Cremasco, la sezione dedicata alla musica conserva importanti testimonianze dell’attività di Giovanni Vailati (1815-1889), virtuoso mandolinista non vedente che si distinse per la lunga carriera di concertista internazionale. Nei chiostri vi sono anche i busti dei musicisti Vincenzo Petrali, Giovanni Bottesini e un’epigrafe dedicata a Francesco Cavalli.


Il Ghirlo -arte,cultura,turismo


Una visita alla chiesa di San Benedetto, permette di apprezzare una pregevole testimonianza dell’arte organaria cremasca: l’organo realizzato da Giuseppe e Andrea Serassi nel 1759, utilizzato anche da Vincenzo Petrali (1830-1889) per esercitazioni e concerti.


A conclusione del percorso è possibile, su prenotazione, visitare la bottega di un maestro liutaio o di un costruttore d’organi, che ancora oggi perpetuano queste tradizioni, dedicandosi non solo alla costruzione ma anche al restauro di antichi strumenti.


LIUTAI



Roberto Collini www.colliniliutaio.com

Danilo Fiorentini www.associazioneali.it/soci/fiorentini-danilo-96.html

Vittorio Formaggia www.vittorioformaggia.com

Luca Pasquetto 0373 263023


ORGANARI



Inzoli cav. Pacifico e figli di Bonizzi F.lli www.inzoli-bonizzi.com

Fabbrica d’organi comm. Giovanni Tamburini di Saverio Anselmi Tamburini www.tamburini.org



 
 

 

Guide Turistiche Il GhirloItinerariTerritorio CremoneseTerritorio LodigianoProposte speciali
» Associazione Il Ghirlo» Itinerari turistici» Cremona» Lodi» Liutai e musicisti
» Contatti Il Ghirlo» Indicazioni di eventi» Crema» Lodivecchio» I segni della musica a Crema
» Links utili» Proposte de Il Ghirlo» Le 3 Città Murate» Abbadia Cerreto» Bassa Parmense
» Casalmaggiore» Orio Litta» Cattedrali di Pianura
» Castelponzone» Itinerari naturalistici
» Soresina
» Palazzo Pignano
» Pandino
» Castelleone
» Rivolta D'Adda
     
Foto archivio Ghirlo e Carlo Bruschieri
Sito segnalato su acrema.it e sul ilcremasco.it
z